header

18 novembre 2009

Moon

Per essere un capolavoro, a Moon manca l'idea geniale, quella che ti lascia a bocca aperta. In compenso, quello che c'è — un po' di crisi di identità alla Philip K. Dick, un po' di senso di isolamento alla Kubrick, un po' di umanesimo alla Gattaca — è confezionato molto bene e tenuto in piedi da un tour de force di Sam Rockwell che fa letteralmente tutto da solo. A me non è dispiaciuto.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...