header

1 dicembre 2014

Un giorno tutto questo sarà nostro



Una delle cose più belle che abbia visto da un po' di tempo a questa parte: Wanderers, un cortometraggio che immagina momenti del nostro possibile futuro di colonizzatori dello spazio, tra una passeggiato sul ghiaccio di Europa e un giretto in jetpack tra gli anelli di Saturno. Ogni sequenza mostra luoghi realmente esistenti del Sistema Solare (a parte, ovviamente, le navi spaziali o le stazioni costruite dall'uomo) ricostruiti partendo da immagini reali o da modelli realistici: per avere una spiegazione dettagliata vi consiglio di guardare questa galleria. Il tutto, narrato dalla voce fuoricampo di Carl Sagan (presa dalla sua lettura di Pale Blue Dot).

Che vi devo dire: mi ritengo abbastanza fortunato da vivere in un'epoca in cui ho visto una sonda posarsi su una cometa, e una persona che conosco si trova in questo momento su una stazione spaziale. Ma vedendo queste immagini mi viene una nostalgia pazzesca di un futuro che non vedrò mai.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...