header

16 novembre 2012

Domandare è lecito

Mi sono distratto un paio di giorni e un gruppo di persone interessate a vario titolo alla scienza e alla sua comunicazione (tra cui, non casualmente, molti miei amici) ha rapidamente fatto qualcosa di concreto per portare nel dibattito politico italiano le questioni legate alla ricerca e alla scienza, come già avviene altrove.

Si tratta di sei domande rivolte, per il momento, ai candidati alle primarie del centrosinistra e ospitate dal sito de Le Scienze.

Le ricopio qui, diffondetele (anche usando gli hashtag #dibattitoscienza #primarieCSX): è ora di far capire a chi aspira a governare questo paese che la scienza è importante.


1. Quali politiche intende perseguire per il rilancio della ricerca in Italia, sia di base sia applicata, e quali provvedimenti concreti intende promuovere a favore dei ricercatori più giovani?

2. Quali misure adotterà per la messa in sicurezza del territorio nazionale dal punto di vista sismico e idrogeologico?

3. Qual è la sua posizione sul cambiamento climatico e quali politiche energetiche si propone di mettere in campo?

4. Quali politiche intende adottare in materia di fecondazione assistita e testamento biologico? In particolare, qual è la sua posizione sulla legge 40?

5. Quali politiche intende adottare per la sperimentazione pubblica in pieno campo di OGM e per l’etichettatura anche di latte, carni e formaggi derivati da animali nutriti con mangimi OGM?

6. Qual è la sua posizione in merito alle medicine alternative, in particolare per quel che riguarda il rimborso di queste terapie da parte del SSN?
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...