header

7 novembre 2011

Blog scientifici e peer-review

Qualche giorno fa, una giornalista del Corriere mi ha chiesto un parere su una questione che, in soldoni, si può riassumere così: i blog scientifici possono diventare un'alternativa al meccanismo della peer-review (quello per cui i risultati di uno studio scientifico, prima di essere accettati per la pubblicazione da una rivista, devono essere sottoposti al vaglio di esperti del campo)?

Della nostra chiacchierata, come è normale, nell'articolo finale è rimasto poco, ma la sintesi è corretta. Penso che i blog scientifici siano molto utili per divulgare i risultati di uno studio a un pubblico di non addetti, per raccontare i passi intermedi o i retroscena di una ricerca, e persino (come mostrano alcuni recenti esempi nella comunità dei matematici) come strumento collaborativo per ottenere risultati originali. Ma, come mi era capitato già di dire in passato, non mi sembra che possano sostituirsi al processo di revisione cui ci si deve sottoporre per pubblicare nelle migliori riviste scientifiche.

Processo che, peraltro, non serve a stabilire la definitiva validità di uno studio: serve solo a capire se esso sia fondato su standard scientifici adeguati e se, quindi, sia meritevole della considerazione della comunità. Comunità che poi continuerà a vagliare i risultati sul campo. Essere pubblicati da Nature o da Science è solo un passo, e non mette certo al riparo da errori. Né è pensabile che chi giudica un articolo riproduca per conto suo i risultati: cosa che non è possibile se essi sono stati ottenuti, per esempio, attraverso un esperimento complicato, durato molti anni.

Non è che ci sia chissà quale sacralità nella peer-review: è semplicemente un meccanismo consolidato che funziona da molto tempo, e che magari in futuro verrà sostituito con qualcosa di meglio. Ma per ora è il meccanismo comunemente accettato dalla comunità scientifica, una sorta di accordo tra gentiluomini in cui si dà per scontata la buona fede dei colleghi. E, almeno nella parte di mondo accademico che frequento io, è un meccanismo che fa il suo dovere bene.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...