17 settembre 2009

Planck: prime immagini


Ora se ne può parlare. L'ESA ha appena rilasciato ufficialmente le prime immagini prese dal satellite Planck. Sono state ricostruite dai dati ottenuti durante la fase di prova, iniziata immediatamente dopo l'arrivo nel punto lagrangiano L2 e durata due settimane. Nell'immagine sopra c'è la striscia di cielo che Planck ha osservato, sovrapposta a una mappa di tutto il cielo visibile a occhio nudo (si vede bene la Via Lattea). Le piccole macchie rosse e blu sono fluttuazioni di temperatura della radiazione cosmica di fondo mentre la striscia rossa orizzontale è dovuta alle microonde emesse dalla nostra galassia.

Qui sotto invece c'è un ingrandimento di un'area lontana dalla Via Lattea (che quindi contiene prevalentemente il segnale del fondo cosmico) vista indipendentemente dai due strumenti a bordo di Planck:


Insomma, il giocattolo si sta comportando benissimo. È ovvio che si tratta solo di un antipasto. Ma se le cose continuano come devono, i prossimi mesi saranno eccitanti.

(Aggiornamento: qui c'è il comunicato ASI-INAF in italiano)

(Crediti immagini: © ESA, LFI & HFI Consortia (Planck))

4 commenti:

  1. Sei del giro? sai anche il nome...

    RispondiElimina
  2. Ops! Errore madornale, ho letto il nome del satellite come "Kepler".
    Imperdonabile, accetto qualsiasi penitenza. Anche se a mia difesa posso citare Paolo Brosio: "ho sbagliato vedova!"

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...