13 maggio 2009

Godspeed, Planck

Allora: domani, poco dopo le tre di pomeriggio (dopo pranzo e in tempo per il tè, insomma), da qualche parte in Guyana, dovrebbe sollevarsi da terra un razzo Ariane 5. Dentro al razzo ci sono due satelliti: uno si chiama Planck, l'altro Herschel. Se tutto va secondo i piani, tra tre mesi i due dovrebbero arrivare in un punto a circa un milione e mezzo di chilometri dalla Terra (ben oltre l'orbita lunare, per capirci) e piazzarsi lì, per fare quello che devono fare, ovvero studiare le tracce del big bang (Planck) e l'universo nella banda infrarossa (Herschel).

Ecco: è chiaro che a me la cosa interessa più che a voi, visto che a una delle due missioni (Planck) ci ho lavorato parecchio negli ultimi dieci anni e passa, e vorrei continuare a farlo in futuro. Comunque, se volete farmi compagnia, potete seguire la diretta del lancio qui.

3 commenti:

  1. Hei questo si che è interessante...

    RispondiElimina
  2. Ottima notizia e grazie dell'invito, Prof!
    Sperando di accellerare il doloroso appuntamento con il meccanico che dovrebbe venire domani alle 14.30 al capezzale dell'auto (inspiegabilmente) ferma da mesi sotto casa, cercherò conforto alle piccole miserie individuali tuffandomi nel profondo blu dello spazio.

    RispondiElimina
  3. Sapevo che oggi avremmo letto questo post... ;)))
    Godspeed Planck!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...