header

17 novembre 2006

Energia oscura, sempre oscura

Bene, ieri avevo parlato di una novità in arrivo e adesso mi tocca dire cos'è. Da circa una settimana, la NASA aveva convocato una conferenza stampa per annunciare una nuova scoperta riguardante l'energia oscura, fatta usando il telescopio spaziale Hubble. L'energia oscura è una componente misteriosa dell'universo che agisce in modo da accelerarne l'espansione, come se esercitasse una forza di gravità repulsiva. Nessuno sa esattamente cosa sia perché non può essere osservata direttamente; si sa però che ce n'è tanta in giro, più o meno il 70% dell'intero contenuto dell'universo (gli atomi, di cui siamo fatti noi e la materia ordinaria, sono solo il 4%: il resto è una materia oscura altrettanto misteriosa). L'annuncio della NASA mi interessava particolarmente perché uno degli argomenti di ricerca di cui mi occupo (come la maggior parte dei cosmologi, ormai) è proprio l'energia oscura. Adesso la scoperta è stata svelata. Bisognerà aspettare di leggere l'articolo scientifico dettagliato, ma queste nuove osservazioni sembrerebbero mostrare che l'energia oscura era presente nell'universo già circa 9 miliardi di anni fa. La cosa è importante, perché una delle cose da capire per chiarire il mistero dell'energia oscura è se la sua quantità sia rimasta costante durante l'evoluzione dell'universo oppure no. Se è rimasta costante, è possibile che si tratti del termine cosmologico introdotto (e poi ripudiato) da Einstein negli anni '20. Su questo dirò qualcosa un'altra volta, magari quando si sarà capito un po' di più.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...